La versione doppiata di One Piece sta raggiungendo la versione originale?

463
La versione doppiata di One Piece sta raggiungendo la versione originale?

Il moderno doppiaggio inglese di One Piece è sempre stato tristemente noto per il suo ritardo rispetto agli episodi giapponesi. Questo perché Funimation, ora parte di Crunchyroll, ha iniziato a lavorare sulla serie solo nel 2004. Tuttavia, l’anime di One Piece è iniziato nel 1999. Questo divario di cinque anni tra il doppiaggio inglese e i sottotitoli giapponesi è rimasto la norma per molto tempo.

Tuttavia, negli ultimi anni qualcosa è cambiato. Gli episodi doppiati sono usciti molto più velocemente di quelli sottotitolati, il che ha ridotto il divario. Con l’ultima serie di episodi, il doppiaggio di One Piece è in ritardo di meno di tre anni rispetto ai sottotitoli. Se le cose vanno avanti così, è solo questione di tempo prima che il doppiaggio sia completamente al passo con i tempi.

One Piece: il giudice Vinsmoke ha l’Haki?

Quanto tempo ci vorrà perché il doppiaggio di One Piece si metta al passo con le traduzioni?
Un’immagine dell’anime di One Piece mostra Kaido che sovrasta Luffy mentre si trova vicino ad alcuni edifici.
Per sapere quanto tempo ci vorrà perché la versione doppiata si metta al passo con quella sottotitolata, bisogna considerare la velocità con cui vengono rilasciate le nuove versioni. Nel 2022, gli episodi dal 759 al 914 sono stati rilasciati in inglese, il che colloca il doppiaggio all’incirca all’inizio della prima partita di Luffy contro Kaidō. Questo fa un totale di 156 nuovi episodi doppiati, una media di 13 episodi al mese.

Per fare un confronto, gli episodi dal 1005 al 1045 sono stati trasmessi nel corso del 2022. Si tratta di un totale di 46 episodi, il che dovrebbe portare la produzione media a circa tre o quattro episodi al mese. C’è ancora una differenza di 131 episodi tra il sub e il dub, ma questa differenza sembra molto più superabile data la velocità con cui il dub si sta muovendo.

Se il doppiaggio e i sottotitoli continueranno al ritmo attuale, il dub potrebbe raggiungere l’episodio 1070 entro la fine del 2023. Per allora, il sub dovrebbe raggiungere al massimo l’episodio 1093. A marzo o addirittura a febbraio 2024, il doppiaggio potrebbe teoricamente rilasciare gli episodi poche settimane dopo la loro trasmissione originale in Giappone.

Come sono cambiati i limiti di potenza di Shonen Jump

Il motivo per cui il doppiaggio ha accelerato la sua produzione negli ultimi anni è probabilmente legato alla natura della visione degli anime moderni. In passato, non era un problema se un doppiaggio arrivava con un anno di ritardo, se non di più. Oggi, invece, ci si aspetta che la maggior parte degli anime venga doppiata entro poche settimane o mesi dall’uscita in Giappone. In questo contesto, sarebbe quasi imperdonabile che One Piece arrivasse così in ritardo. Chiunque abbia preso la decisione deve essersi reso conto di questo e ha preso le misure appropriate per fare le cose per bene.

In ogni caso, è positivo che il doppiaggio stia lentamente ma inesorabilmente raggiungendo i sottotitoli. Significa che chi ama il doppiaggio e vuole seguirlo può farlo con molto meno rischio di essere rovinato da chi guarda la versione originale. Se le cose non fossero andate in questo modo, i fan inglesi sarebbero ancora all’inizio dell’arco di Whole Cake Island; tecnicamente, c’è solo un arco di differenza, ma in quel lasso di tempo succedono molte cose. Con l’attuale ritmo del doppiaggio, i fan inglesi saranno finalmente in grado di sostenere una conversazione con i loro amici che guardano solo i sottotitoli. Coloro che guardano la serie Toonami e sono ancora su Punk Hazard, dovranno aspettare ancora un po’ per avere una conversazione.